Il ruolo dell’alimentazione nella fertilità


Le evidenze scientifiche indicano che i nutrienti svolgono un ruolo molto importante nella fertilità poiché possono influire sull’ovulazione, bilanciare gli ormoni necessari per il concepimento e favorire il corretto sviluppo del feto. Ma quali sono i nutrienti da assumere e da evitare a tavola per aiutare il concepimento e favorire la fertilità? Ecco alcuni consigli utili:

Prediligi Carboidrati a basso valore glicemico

L’assunzione di carboidrati ad alto indice glicemico può avere un effetto negativo sulla fertilità e causare disturbi ovulatori. Infatti, i carboidrati ad alto indice glicemico aumentano i livelli di glucosio a digiuno e possono causare un eccesso di insulina nel sangue, ciò può incidere negativamente sulla maturazione degli ovociti. Mentre, una dieta ricca di carboidrati a basso valore glicemico è utile per una corretta funzione ovulatoria.

Via libera a: pasta integrale, pane integrale, cereali, riso, cereali.
Attenzione a: Zucchero, alcuni cereali raffinati (riso soffiato, patatine fritte in sacchetto, wafer, cornflakes) dolci e torte, bevande zuccherate, alimenti con zuccheri aggiunti

Scegli grassi ricchi di omega-3 e grassi polinsaturi

L’impatto dei grassi sulla riproduzione femminile è oggetto di vari studi. Gli esperti raccomandano una dieta ricca di acidi grassi polinsaturi (PUFA). Rientrano in questa categoria gli omega-3 (ALA, EPA e DHA) e gli omega-6. Gli omega- 3 supportano lo sviluppo cerebrale del feto e possono ridurre il rischio depressione perinatale nella donna. Inoltre, l’assunzione dei PUFA è correlata a una maggiore probabilità di concepimento e di successo della procreazione medicalmente assistita.

Via libera a: cibi ricchi di PUFA come pesce grasso, olio di colza, olio di lino, olio d’oliva e altri oli vegetali, avocado, noci, semi
Attenzione a: cibi ricchi di grassi insaturi come burro, margarina, strutto, lardo; olio di palma, olio di cocco; insaccati (pancetta di maiale, salsicce); merendine e prodotti da forno industriali

Assumi proteine vegetali

Le proteine hanno un ruolo importante anche nella fertilità. Gli esperti suggeriscono che Le proteine vegetali hanno un impatto positivo sulla fertilità, mentre è bene non eccedere con le fonti animali.

Via libera a: fonti di proteine vegetali come legumi, pesce, carne magra, uova, latticini fermentati
Attenzione a: la carne rossa va limitata a una/due volte alla settimana)

Usa il sale iodato

Lo iodio è essenziale per il corretto sviluppo del feto e per il corretto funzionamento della tiroide. È fondamentale prestare particolare attenzione all’apporto di iodio da parte delle donne che pianificano una gravidanza.


Il valore dell’Acido folico

Ogni donna in età riproduttiva dovrebbe assumere 400 microgrammi di acido folico ogni giorno, indipendentemente dal fatto che stiano cercando una gravidanza. In particolare, l’assunzione di acido folico prima del concepimento e durante la gravidanza è fondamentale per ridurre il rischio di sviluppare malformazioni congenite (difetti del tubo neurale e spina bifida). Inoltre, la supplementazione di acido folico, in particolare combinata con la vitamina B-12, sembra possa aumentare le possibilità di gravidanza e di successo della procreazione medicalmente assistita. Le Verdure a foglia verde, uova, pollame, ceci, broccoli sono alimenti ricchi di acido folico.

Modera le bevande a base di caffeina o alcool

Un consumo elevato di caffeina può essere un potenziale fattore associato all’aumento del tempo necessario per raggiungere una gravidanza e ad un aumentato rischio di interruzione della gravidanza. Secondo l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, per le donne incinte e per le donne che tentano una gravidanza, si raccomandano fino a 200 mg di caffeina al giorno. Anche il consumo eccessivo di alcol è correlato a ridotta fertilità e a un rischio più elevato di sviluppare disturbi mestruali.

 

Fonti

Silvestris E, Lovero D and Palmirotta R (2019) Nutrition and Female Fertility: An Interdependent Correlation. Front. Endocrinol.10:346. doi: 10.3389/fendo.2019.00346

Kinga Skoracka, Alicja Ewa Ratajczak, Anna Maria Rychter, Agnieszka Dobrowolska, Iwona Krela-Kaźmierczak, (2021)  Female Fertility and the Nutritional Approach: The Most Essential Aspects, Advances in Nutrition , 12, 6,2372–2386,

ALTRE NEWS


Covid-19 e PMA: i dati del Registro Nazionale

La riduzione media dell’attività nei centri di PMA è del 34,8% nel primo quadrimestre del 2020. Questo è…

row left
post image
Dati ISTAT sulla natalità: una fotografia dell’Italia che cambia

Gli ultimi dati ISTAT tratti dal Report Natalità 2020 dell’Istituto Nazionale di Statistica mettono in luce il calo…

row left
post image
Il vademecum della crioconservazione degli ovociti

L’età femminile governa la fertilità. La qualità degli ovociti si riduce al crescere dell’età; in particolare, dopo i…

row left
post image
Funzionalità tiroidea e fertilità

Generalmente, quando si pensa al concepimento e alla gravidanza l’attenzione viene indirizzata verso ormoni quali estrogeni e progesterone….

row left
post image
Il ruolo dello sport nella fertilità

L’esercizio fisico rappresenta uno dei più validi alleati per la fertilità, sia maschile che femminile. Praticare sport e…

row left
post image
Social Freezing: preservare la fertilità oggi per essere mamma un domani

Oggi, la scelta di diventare mamma arriva sempre più tardi. Un crescente numero di donne, specialmente nei paesi…

row left
post image
Vaccini Covid-19 a mRNA: buone notizie per la fertilità maschile

La rapida approvazione dei vaccini anti Covid-19 a RNA messaggero è stata sin da subito accompagnata da timori…

row left
post image
Prevenzione e cura dell’infertilità, istituito un Tavolo tecnico al Ministero della Salute

Il problema della denatalità nel nostro paese sta diventando sempre più serio, come confermano i dati: “Più del…

row left
post image
Sindrome da iperstimolazione ovarica: una complicanza prevenibile e gestibile

La sindrome da iperstimolazione ovarica (SIO) è una complicanza legata alle terapie di induzione dell’ovulazione, comunemente utilizzate nei…

row left
post image
Telemedicina: una nuova prospettiva di assistenza sanitaria per la gestione della pma

L’emergenza sanitaria determinata dalla pandemia da Covid-19 ha stimolato un’evoluzione culturale e tecnologica nel Sistema Sanitario Nazionale che…

row left
post image
Vaccinazione anti COVID-19 e gravidanza: le indicazioni SIRU

Vaccinazione anti COVID-19 e gravidanza sono di per sè due temi molto delicati. La Rete ci propone moltissime…

row left
post image
Covid-19 e gravidanza: rischio di trasmissione madre-figlio

L’epidemia da Coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave-2 (SARS-CoV2), alias COVID-19 è iniziata a dicembre 2019. Tra le…

row left
post image
Avanzamenti delle tecnologie di riproduzione assistita

I progressi della medicina della fertilità e delle tecnologie di riproduzione assistita (ART, Assisted Reproductive Technologies) hanno compiuto…

row left
post image
COVID-19 e fertilità maschile: possibili effetti negativi

L’epidemia di COVID-19 ha posto numerose sfide critiche per la salute pubblica e individuale. Alcune sono legate ai…

row left